Spiagge e località turistiche di Kalymnos

Di seguito vi segnaliamo le migliori spiagge e le località turistiche più note dell’isola di Kalymnos.

Kalymnos è un’ incantevole isola greca con un carattere particolare, molto diverso dalle altre Isole del Dodecaneso. Questa grande roccia, ostile alla sopravvivenza, offre paessagi mozzafiato ed una serie di villaggi tradizionali e caratteristici e spiagge bellissime. Le località turistiche di Kalymnos si trovano nella parte nord-ovest, mentre la parte est dell’isola è più selvaggia e ricca di belle spiagge da visitare in giornata.

Pothia e dintorni: spiagge e località turistiche

Nella città di Pothia e dintorni vi sono un paio di spiagge generalmente molto frequentate dai locali, tra le più famose sono la baia di Geyfira e Therma. Geyfira, con l’acqua sempre calma ed il fondale sabbioso, offre dei bagni rilassanti ed è ideale anche per le famiglie con bambini. Poco più avanti c’è la piccola spiaggia Therma con alcune sorgenti di acqua sulfurea e una taverna proprio in riva la mare.

Uscendo dalla città di Pothia nella direzione est ci si dirige verso il paese di Vathy a Kalymnos a 11 km dalla capitale.  Lungo la strada serpeggiante vi sono alcune calette tra le quali Akti, una baia con sabbia dorata; la spiaggia non è grandissima ma in compenso offre un mare stupendo e una taverna di pesce semplice e spartana. Vathy è il centro della costa occidentale di Kalymnos, sullo sbocco di una fertile vallata. Questa oasi verdissima, con piccole case sparse in tutta la valle, si infittisce in prossimità dell’insenatura del mare che, stringendosi, forma uno splendido fiordo naturale.

Vathy e dintorni

Vathy è il nome sia della valle, ricca di coltivazioni di agrumi, che del paesino interno, mentre il villaggio intorno al porto si chiama Rina. Questo paesino di Kalymnos è incantevole proprio in virtù della sua semplicità ed autenticita’. Il piccolissimo porto è contornato da colorate bouganville sotto le quali si nascondono un paio di taverne e caffetterie. Ci troverete un interessante negozio di spugne che vende una buona qualità di spugne a prezzi convenienti, oltre ad altri souvenir marini. L’acqua del mare, pulitissima e color verde smeraldo, insieme alle spettacolari pareti del fiordo, rendono il paesaggio estremamente suggestivo.

Fuori dal fiordo, invece, ci sono alcune calette isolate raggiungibili esclusivamente in barca. Durante la stagione estiva esiste un servizio di taxi-boat, a volte semplici pescherecci, che permette di arrivare in queste baie dal mare cristallino le cui spiagge sono prevalentemente di piccoli ciottoli. Da Vathi si può tornare indietro verso Pothia o proseguire per la nuova strada che vi porterà, dopo 8 km attraverso la montagna e suggestivi paesaggi, nella parte nord-ovest dell’isola.

Sotto la montagna di Profitis Elias, subito dopo Vathi ci sono due villaggi: Stimenia e Platanos, il cui nome deriva dall’enorme platano della piazza principale. Sebbene questi villaggi siano semi disabitati, in antichità costituivano la zona più popolosa dell’isola di Kalymnos. Per gli amanti delle camminate, da qui partono alcuni antichi percorsi che conducono, oltrepassando le montagne, a Pothia o ad Arginonda. Lungo il percorso sono sparsi numerosi resti delle civiltà antiche, il più importante dei quali è il centro di Kastella che si trova lungo le pendici del monte a nord di Vathì, a 500 metri di distanza dalla località di Metòchi.

Nei dintorni si trova anche l’Acropoli di Embola e la Basilica del Taxiarchi, una chiesa paleocristiana risalente al VI secolo costruita con materiali recuperati dall’Acropoli e la cui pavimentazione è decorata con un mosaico colorato. La leggenda racconta che un bambino dell’isola di Kalymnos fu rapito dagli Ottomani e successivamente divenne pasha; dopo decenni fece ritorno a Kalymnos dove, una volta riconosciuto il padre e ricordato la sua infanzia, fece costruire la Basilica.

Nord-Ovest di Kalymnos

Nella parte nord-ovest dell’isola di Kalymnos, a circa 7 km da Pothia, si trovano alcune tra le piu’ popolari località turistiche e spiagge di Kalymnos.  Panormitis è una località tranquilla e verdeggiante così come le vicinissime Kandouni e Linaria con la spiaggia di sabbia nera chiamata Plati Yialos. Queste località non offrono molti servizi turistici ed occasioni di svago, ma solamente alcune strutture a conduzione famigliare, poche caffetterie, taverne e qualche negozietto. Sono molto amate da chi cerca relax, bel mare e un ambiente familiare e semplice.

Al contratrio, le succesive localita’ di Kalymnos con le loro spiagge, chiamate Myrties e Massouri, a 10 km da Pothia, sono centri di villeggiatura con un’offerta turistico alberghiera molto piu’ ampia e in grado di soddisfare le esigenze e le necessita’ di ogni tipologia di turista. La zona, immersa nel verde, offre paesaggi estremamente suggestivi anche grazie all’accuratezza della manutenzione delle piccole e fiorite case sparse sulla montagna.

Lungo la via principale che attraversa le due località si affacciano numerosi bar, ristoranti, negozi e ovviamente vari hotel e appartamenti. Queste località sono conosciute anche per la loro vita notturna tant’è che molti Kalymnioti, in estate, vengono qui a trascorrere le serate e a divertirsi. Nelle località turistiche di Massouri e Myrties le strutture alberghiere rimangono aperte tutto l’anno per i numerosi appassionati di free-climbing, sport che si può esercitare nelle montagne di Kalymnos.

Myrties

La spiaggia  Myrties di Kalymnos è di ciottoli bianchi ed il fondale roccioso è l’ideale per gli amanti dello snorkeling. Myrties, infatti, si trova esattamente di fronte all’isolotto di Telendos, dal quale si è separata nel 553 a.C. a causa di un terremoto che creò una stretta gola di circa 700 metri. Piccole imbarcazioni collegano regolarmente, dalla mattina fino alla sera tardi, Myrtes a Telendos, dove molti si recano per trascorrere la giornata in spiaggia o a mangiare nelle ottime taverne di pesce.

Massouri

La spiaggia di Massouri, subito dopo Myrties, è un misto di sabbia vulcanica e rocce in quanto, molti secoli fa, in questa zona si trovava un piccolo vulcano. La spiaggia, attrezzata con ombrelloni e lettini, è sempre molto frequentata; bar, ristoranti ed una discreta disponibilità di sport acquatici rendono completa l’offerta. Le spiagge di Massouri e Myrties sono il centro dell’ offerta turistica di Kalymnos.

Proseguendo lungo la strada, verso il nord dell’isola di Kalymnos, si incontrano le famose pareti che appassionano numerosi scalatori di tutto il mondo. Questa zona è bellisima per i suoi paesaggi in virtu’ del contrasto tra la montagna imponente e il mare cristallino. A poca distanza si trova Kastelli, un promontorio con una cappella, sito della fortezza di Kastelli, dove gli abitanti trovarono rifugio durante il massacro dell’XI secolo da parte dei Turchi di Selcuk.

Un sentiero in salita conduce alla porta munita di due torri di cui una ancora in piedi. Poco dopo si trova una grandissima baia chiamata Arghinoda con il mare bellissimo e sempre calmo; la spiaggia, attrezzata con acluni lettini e ombrelloni, è di piccoli ciottoli bianchi e vi troverete un’ottima taverna di pesce direttamente sul mare. Da Arghinoda c’è una strada che sale verso la parte est, la zona di Vathy, la strada principale invece continua verso il nord.

La strada continua lungomare passando per alcune spiagge di difficile accesso tra le quali merita senz’altro Palionisos, una stupenda baia  incastrata tra le montagne che si raggiunge lungo uno sterrato percorribile anche in scooter per circa 3 km. Presso questa baia troverete un mare stupefancete, tanta pace, tranquillità e due piccole taverne affacciate sul mare. La strada principale termina nel villaggio di Emporios, a circa 23 km da Pothia. Emporios è un tranquillo paesino costiero di Kalymnos con pochi abitanti prevalentemente dediti all’agricoltura, all’allevamento del bestiame e alla pesca; oltre alla piccola spiaggia si trovano alcune taverne e qualche piccolo hotel.

Sud-Ovest di Kalymnos

Tornando indietro verso Pothia, nella parte sud-ovest dell’isola di Kalymnos, incontrerete le indicazioni per Vlihadia, piccola località con poche strutture ricettive ed un caratteristico  porticciolo. Vlihadia è una vera e propria oasi di pace con una stupenda spiaggia di sabbia e ciottoli e un mare favoloso; l’acqua bassa e sempre calma rendono questa spiaggia particolarmente amata anche dai locali e dalle famiglie greche che vengono a trascorrervi la Domenica. Vi troverete anche alcune buonissime e semplici taverne che offrono piatti della cucina greca e ottimo pesce fresco. Di grande interesse è il Museo del Mare che propone una collezione privata di spugne, coralli, conchiglie e alcuni resti di barche antiche. Il proprietario Kostas, un ex pescatore di spugne, è sempre molto disponibile nel fare da guida tra i suoi tesori.

Di notevole rilevanza archeologica e speleologica vi è anche la grotta di Kefala, chiamata anche la Grotta di Zeus di Kalymnos, il cui corridoio è lungo 103 metri e si presenta ricco di enormi stalattiti. La grotta di Kefala è raggiungibile via terra seguendo un percorso di circa 2 km o, più facilmente, via mare con un caicco che parte da Myrties. Prima di ritornare a Pothia si incontra la Casa Tradizionale che ospita una serie di utensili della vita quotidiana dell’isola.