Visita della Città di Lipsi

Arrivando sull’isola di Lipsi si sbarca nel suo unico porto dove attraccano traghetti ed aliscafi: questa è la città di Lipsi. Poco oltre si trova la piccola Marina dove sono ormeggiate le belle e colorate imbarcazioni dei pescatori e le barche private. La zona del porto e il lungomare sono le zone più animate della cittadina. Qui di giorno i locali sbrigano le proprie faccende, mentre la sera si popola di turisti in cerca di una taverna sul mare.

Ci sono due strade principali a Lipsi: la prima porta verso Plati Yalos e la spiaggia di Lindou dove troverete, a breve distanza, delle rovine dell’antica città. Il sito archeologico non è stato ancora completamente riportato alla luce, tuttavia merita una visita anche per la bella passeggiata lungomare che arriva fino alla piccola chiesa di Agios Nicolas. La seconda strada, invece, attraversa la piccola città di Lipsi e prosegue per Katsadia beach.

Seguendo il lungomare del porto si arriva a Platia Nikiforias, la piazza centrale di Lipsi. Qui troverete un piccolo parco e dei monumenti dedicati alla liberazione e indipendenza della Grecia. Durante l’estate la zona del lungomare è quella più vivace e frequentata anche perché ricca di taverne e ouzeri che sistemano i loro tavoli proprio a ridosso del mare. Le tipiche bancarelle espongono souvenir e i prodotti locali dell’isola di Lipsi.

Lipsi città vecchia

Prendendo qualsiasi vicolo dalla Kramvousanou si sale fino alla piazzetta principale di Lipsi. Da qui si diramando tutt’intorno diverse viuzze caratterizzate da piccole case bianche e blu, alcune taverne, caffetterie e negozietti nascosti. E’ questa la città vecchia di Lipsi, chiamata anche Horio, dove si gode un’atmosfera tipicamente greca e dove vive la popolazione nei mesi invernali.

Nella parte alta della città di Lipsi si può visitare l’imponente Cattedrale dell’isola di Lipsi, dedicata a San Giovanni.  E’ stata edificata sopra le rovine di una chiesa paleocristiana, grazie a donazioni da parte di cittadini di Lipsi emigrati all’estero. Questa chiesa custodisce un’icona ritenuta miracolosa che rappresenta il simbolo religioso dell’isola di Lipsi. In quest’icona miracolosa di Lipsi vi è raffigurata la Vergine Maria, la quale tiene in braccio Gesù crocifisso.

Questa icona è considerata miracolosa dagli abitanti di Lipsi poiché, durante l’occupazione tedesca del 1943, una ragazza portò dei gigli alla Vergine pregando per la liberazione della Grecia. La famiglia, molto credente, pur non essendo benestante riusciva sempre a decorare l’icona della Vergine con fiori e candele. I gigli portati dalla ragazza con il tempo si seccarono ma in Agosto, inspiegabilmente, cominciarono a rifiorire. Il miracolo di Lipsi si ripete ogni anno con l’unica eccezione dell’anno in cui morì la ragazza. Per l’occasione ogni anno arrivano numerosi fedeli provenienti dalle isole vicine.

Dopo la chiesa si entra nella piazza principale della città vecchia di Lipsi dove si trova il Museo Ecclesiastico presso il quale è esposta una collezione di icone, crocefissi ed ex-voto portati dai fedeli di tutto il mondo. Al centro della piazza c’è il colorato municipio di Lipsi, la libreria e una piccola fabbrica di tappeti. L’isola è animata da numerose feste, religiose e non, tra cui le più attese dell’anno sono: a fine Giugno il “Kleidonas”, ad Agosto la Festa del Vino e ovviamente il 15 Agosto la Festa dedicata al Miracolo della Vergine.