Patmos

Ultime Offerte

it / Guide / Patmos

Isola di Patmos - Vacanza a Patmos

INFORMAZIONI GENERALI
NOME PATMOS
CAPITALE HORA
LOCALITÀ TURISTICHE SKALA, GRIKOS, MELOI
ABITANTI 3.000
DIMENSIONI 11 KM DI LUNGHEZZA, 6 KM LARGHEZZA
AEROPORTI NO AEROPORTO/PORTO SKALA
NON DOVETE PERDERVI

VISITA DELLA GROTTA DELL'APOCALISSE, CITTA' DI HORA, SPIAGGIA PSILI AMOS

Patmos è una delle isole più spettacolari del Dodecaneso per la sua bellezza selvaggia combinata ad una forte impronta storico-religiosa. Viene chiamata l’isola dell’Apocalisse  perchè l’ultima e la più mistica parte della Bibbia fu scritta proprio a qui. L'isola greca di Patmos è un isola con una storia importante, ricca di cultura Bizantina, ma anche caratterizzata da un aspetto naturalistico particolare in virtù delle sue origini vulcaniche che le hanno donato strane conformazioni rocciose ed un interno ricco di vallate ferili.

L’architettura tradizionale greca, il calore e l’ospitabilità degli abitanti sono le ragioni per cui l’isola di Patmos è amata dai visitatori di tutto il mondo. Situata a nordest, tra le ultime isole del Dodecaneso, è circondata da Leros, le isole Cicladi di Naxos e Mykonos. Il clima è eccezionale con un’estate molto lunga, secca e calda ; le temperature superano facilmente i 35° ma grazie al costante e leggero vento si sopportano bene.

Hora, la capitale e centro storico di Patmos, insieme al Monastero e alla Grotta dell’Apocalysse, dal 1999 sono sotto la protezione dell’UNESCO ; lo stesso Parlamento Greco ha riconosciuto ufficialmente Patmos come Isola Sacra. Meta prediletta dei pellegrini ortodossi durante tutto l’arco dell’anno, Patmos è molto frequentata anche dagli escursionisti dalle navi e caicchi in crociera nel Dodecaneso.

Aspettatevi, dunque, di trovare il porto di Skala e la città Bizantina di Hora molto affollate durante il giorno ; le altre località dell’isola, meno frequentate dai turisti in escursione, mantengono invece una certa tranquillità. Nonostante la grande fama, Patmos non è ancora divenuta una meta del turismo di massa e anche in futuro difficilmente potrà raggiungere livelli di turismo superiori a quelli attuali.

Molte limitazioni sono infatti prescritte dall’Istituto Monastico da sempre contrario alla costruzione di un aeroporto e ad altri progetti per lo sviluppo urbanistico e infrastrutturale dell’isola di Patmos. Così, anche se vi sono buone possibilità di lavoro nel commercio e nel turismo durante i mesi estivi, l’agricoltura e la pastorizia hanno ancora un ruolo predominante. Fanno parte del Comune di Patmos anche le vicine piccole isole greche di Arki e Marathi con i loro 60 abitanti.