Leros

it / Guide / Leros

Isola di Leros - Vacanza a Leros

INFORMAZIONI GENERALI
NOME LEROS, Λέρος
CAPITALE PLATANOS
LOCALITÀ TURISTICHE AGIA MARINA, ALINDA, PANTELI
ABITANTI 9.000
DIMENSIONI 14 KM DI LUNGHEZZA E 2-4 KM DI LARGHEZZA
AEROPORTI AEROPORTO NAZIONALE DI LEROS - PORTO PRINCIPALE DI LAKKI - PORTO DI AGIA MARINA
NON DOVETE PERDERVI

VISITA DEL CASTELLO DI PANTELI, VISITA AL PORTO DI LAKKI, CHIESA DI SAN ISODORO, CENA AL MULINO

Leros, l’isola di Artemide, e’ un isola greca ancora poco conoscitua come meta del turismo internazionale, propio per questo è molto amata da chi cerca nelle isole greche l'autenticità lontana dal turismo di massa. Posizionata tra le isole greche Kalymnos, PatmosLipsi, e’ un’isola di media grandezza, lunga circa 14 km, poco montuosa e molto verde, attraversata da dolci e basse colline ricoperte di alberi di eucalipto e pino, fertili valatte e campi di ulivi.

I villaggi dell'isola di Leros sono dislocati lungo le alte scogliere e le piccole baie. Qui si vive un’atmosfera genuina dal carattere tradizionale, grazie ad una giusta combinazione di modernita’, natura, storia e cultura locale. Leros e’ un isola non ancora scoperta dal turismo, ma chi ci viene a passare la vacanza o solo qualche giorno di passaggio ne rimane incantato.

Il Sole”, e’ questa una delle caratteritiche principali e maggiormente apprezzate dell’isola; da Aprile a Novembre l'isola di Leros regala un clima mediterraneo d’eccellenza che dà la possibilità di godere appieno del mare e del sole. Per tutto questo periodo, durante il quale le piogge sono molto rare, le giornate sono sempre soleggiate e accarezzate dal meltemi.

Si può incappare in qualche ora di pioggia verso fine Settembre e Ottobre, anche se la stagione delle piogge non inizia prima di Novembre per poi dare spazio all’inverno che comunque nelle isole del Dodecanneso presenta un clima mite e dura fino a Marzo.

Con circa 9 mila abitanti è un isola greca tranquilla e rillassante che ha pagato molto le colpe del passato, in particolar modo quelle legate alla cattiva reputazione dell’ospedale psichiatrico negli anni 50. Cio’ ha inciso inevitabilmente e ingiustamente anche sul turismo che, rispetto alle altre isole greche ha iniziato a svilupparsi molto più tardi.

L’animo col quale gli abitanti locali, ancora profondamente legati alla loro terra e al mare, si approcciano al turismo e’ dunque molto più consapevole e coscienzioso, avendo avuto modo di imparare dagli errori degli altri. Negli ultimi 20 anni la maggior parte dei turisti che vengono a trascorrere le vacanze a Leros sono Italiani in quanto, essendo stata Leros tra le isole più italianizzate all’epoca della colonizzazione fascista, si sentono quasi come a casa.